VUOI SAPERNE DI PIU'? CONTATTACI
Lun- Sab: 10:00 - 18:00
Domenica non attivo
+39 800 10 76 70
Numero Verde
info@anpvu.it
E-mail

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Numerosi sono gli scienziati di tutto il mondo (per l’Italia Tirelli, Polosa, Beatrice nonché il compianto Veronesi) che, attraverso prove scientifiche, si affannano sempre di più a convincere i Governi che l’uso dei vaporizzatori personali in alternativa al fumo di sigaretta sia, ad oggi, una vincente strategia di prevenzione che permette di salvare ogni anno dalla morte 83.000 persone in Italia, 700.000 in Europa, 6.000.000 nel mondo (OMS).

L’intento e l’auspicio di ANPVU è quello di vedere finalmente anche lo Stato Italiano approvare e condividere le politiche del Regno Unito dove il Vaping viene promosso e incentivato dal proprio Ministero della salute

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le nuove tecnologie del vaping consentono di avere la possibilità di poter cambiare le statistiche sanitarie e quindi essere in grado di offrire agli svapatori consapevoli una alternativa che è di gran lunga meno nociva del tabacco di sigarette. Il Ministero della Salute della Gran Bretagna già nel 2015 stimava una riduzione del rischio di circa il 95% della tossicità dei vaporizzatori rispetto alle “tradizionali”. È bene sottolineare come per riduzione del rischio di tossicità si intendono sostanzialmente tutte quelle patologie fumo-correlate come: il cancro del polmone e le gravi patologie cerebro-cardiovascolari (infarto del miocardio, stroke, arteropatia obliterante periferica,etc.), ma non solo. Un Team di ricercatori scozzesi guidati dal dottor William E. Stephen dell’Università di St. Andrews in Scozia è riuscito a mettere a punto una specifica metodologia definita “inhalation unit risk” che misura il rischio di sviluppare il cancro per unità di inalazione chimica. Per ricavare i dati di rischio finali, i ricercatori hanno accoppiato il rischio di unità di inalazione con il consumo giornaliero stimato dei consumatori. Le conclusioni, pubblicate sulla rivista Tobacco Control sono nette ed inequivocabili: “La potenza cancerogena delle sigarette elettroniche, è pari a meno dell’1% di quella del fumo”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Sono oramai migliaia gli studi scientifici che si susseguono nel mondo, molti dei quali pubblicati su riviste molto importanti e riconosciute come: The Lancet, The New England Journal of Medicine, British Journal of Medicine, British Journal of Respiratory, ecc. che attestano, in maniera oramai incontrovertibile, come i vaporizzatori rappresentino una valida opportunità per vincere la dipendenza dal tabacco e far fronte alle gravi patologie fumo-correlate.

In italia su 11 milioni di fumatori circa 7.150.000 hanno tentato almeno una volta di smettere senza successo.

anpvu.png
Viale Cassiodoro, 177 - Catanzaro
C.F.: 97094490790
info@anpvu.it
anpvu@pec.anpvu.it

Chi può Iscriversi?

Il numero dei soci è illimitato; all’Associazione possono aderire tutti i cittadini italiani e stranieri di ambo i sessi. Il diritto di voto viene esercitato dal 18 anno di età. Tutti gli associati hanno eguali diritti.

Numero Verde

Image
Dal Lunedi al Sabato
Dalle 10.00 alle 18.00
© Copyright 2018 ANPVU. All Rights Reserved.

Search