VUOI SAPERNE DI PIU'? CONTATTACI
Lun- Sab: 10:00 - 18:00
Domenica non attivo
+39 800 10 76 70
Numero Verde
info@anpvu.it
E-mail

FAQ

In questa sezione è possibile consultare le risposte alle domande poste da Voi utenti. Le domande verranno organizzate e verranno date risposte da persone accreditate per ogni singolo argomento (tasse, certificazioni, norme etc.).
Image

FAQ

Considerati i diversi interventi delle diverse leggi che dicono una il contrario dell'altra, lasciando libero sfogo a interpretazioni varie miste e assortite, creando cosi un totale e assurdo circolo vizioso dal quale è difficile uscirne, allo stato attuale, secondo leggi vigenti e loro ratifiche e invalidazioni varie, la domanda è: come è lo stato attuale di vendita liquidi base, aromi, basette nicotinizzate, liquidi pronti, nei negozi fisici, shop online italici e shop europei?
RISPOSTA: Ad oggi, 11/2/2018 ci sono normative in vigore che regolano quanto segue:
Tutti i liquidi da inalazione sono soggetti ad imposta, siano essi con o senza nicotina, liquidi pronti o basi neutre o booster con nicotina. Costo finale 4,85€ ogni 10ml.
I flaconi contenenti nicotina non possono essere superiori a 10ml e con nicotina non superiore a 20mg/ml.
La vendita online è vietata.
L’acquisto all’estero è contrabbando.
Gli aromi non sono oggetto di imposizione fiscale.
I singoli elementi separati (glicole, glicerolo, acqua) non destinati allo svapo non sono soggetti ad imposta.
Le basette con nicotina in acqua non sono tassate (in quando non direttamente vaporizzabili).
Da considerare che alcuni di questi divieti sono aggirabili solo per la mancanza di controlli, ma questo non estingue l’eventuale reato.
La vendita di eliquid senza nicotina online è vietata, ma la mancanza di sanzioni rende nullo il divieto, tuttavia AAMS può richiedere l’oscuramento dei siti.
I Negozi devono comprare con imposta, ma possono per il momento vendere le scorte acquistate senza imposta; il prezzo di queste è una scelta commerciale dei singoli.
A fronte della totale assurdità delle normative vigenti sono in corso numerose azioni legali, anche alla Corte Europea, che dovrebbero riportare la situazione italiana nella normalità, ma proprio a causa della confusione esistente è consigliabile muoversi con prudenza, perché una eventuale azione legale, anche avendo ragione, ha dei costi non indifferenti sia in ordine di denaro che di impegno psicofisico.
Questa è la situazione ad oggi, ma potrebbe cambiare radicalmente in qualsiasi momento.
Qualche tempo fa in una diretta sentii parlare che nel nuovo Regolamento ci sarà anche quello che per rimanere aperti bisogna avere come attività prevalente negozio svapo, ma non ne ho sentito più parlate: la mia domanda è la seguente: Ho un bar con patentino tabacchi e a marzo ho richiesto ed ottenuto autorizzazione comunale per attività nella caffetteria di materiale per svapo, ho aggiornato il camerale, per tanto e vera questa notizia? Il mio investimento andrà a farsi benedire o avrò possibilità di continuare questa passione che ho da anni!? Grazie anticipato
Esistono limiti di distanza per l'apertura di nuovi negozi di e-cig?
anpvu.png
Viale Cassiodoro, 177 - Catanzaro
C.F.: 97094490790
info@anpvu.it
anpvu@pec.anpvu.it

Chi può Iscriversi?

Il numero dei soci è illimitato; all’Associazione possono aderire tutti i cittadini italiani e stranieri di ambo i sessi. Il diritto di voto viene esercitato dal 18 anno di età. Tutti gli associati hanno eguali diritti.

Numero Verde

Image
Dal Lunedi al Sabato
Dalle 10.00 alle 18.00
© Copyright 2018 ANPVU. All Rights Reserved.

Search